Il gender gap è anche nel Wealth Management

womenDa tanto tempo si parla di divario nei compensi fra uomini e donne. Il divario esiste ed è certificato  dalle cifre in tutti i settori  e non fa eccezione il mondo dello spettacolo  (date una occhiata a Forbes)  e ovviamente le aziende e le banche.

Il nostro settore purtroppo si allinea alla tendenza  (non di certo noi di Albacore:  quasi la metà delle persone che vi lavora da noi sono donne) ed il gender gap non è solo sulle professioni ma anche, per esempio,sui clienti dei wealth manager (pochi si rendono conto che le donne aumentano) .

Le donne tendono ad essere maggiormente attente e scrupolose come clienti, una ricerca di Scorpio Partnership mostra che le clienti donne hanno maggiore capacità di delega al proprio wealth manager e tendono a dare in gestione ad loro wealth manager primario una quota maggiore dei propri investimenti.

Alcune banche o divisioni di WM hanno capito il potenziale ed allora costruiscono iniziative di marketing e fidelizzazzione per sviluppare l’imprenditoria al femminile come nel caso di HSBC che  cerca di aumentare la reach su un numero maggiore di clienti al femminile.

Autore: Albacore

Società di consulenza svizzera che offre esperienza e professionalità per la gestione di patrimoni strutturati di famiglie imprenditoriali e HNWI